BANDO EUROPEO: Prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza. Monitorare, prevenire e contrastare l’incitamento all’odio online.

BANDO EUROPEO: Prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza. Monitorare, prevenire e contrastare l’incitamento all’odio online.

Overview

OBIETTIVO

Il bando intende sostenere progetti nazionali o transnazionali volti a prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza, nonché a monitorare, prevenire e contrastare l’incitamento all’odio online.

AZIONI FINANZIABILI

Progetti nazionali e transnazionali che implementino azioni inerenti le seguenti priorità:

Priorità 1 – Prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza attraverso:

  • iniziative volte a rafforzare, sostenere e proteggere gruppi, comunità e individui colpiti da manifestazioni di intolleranza, in particolare crimini dettati dall’odio e discorsi di incitamento all’odio;
  • misure volte a promuovere una migliore comprensione e il dialogo tra diversi gruppi e comunità, anche rafforzando il ruolo dei leader delle comunità, dei giovani e dei moltiplicatori;
  • misure e iniziative concrete per prevenire e combattere le manifestazioni reali di razzismo, xenofobia, omofobia e altre forme di intolleranza, in particolare i crimini dettati dall’odio e discorsi di incitamento all’odio;

Particolare attenzione sarà posta su misure mirate a: 1) intensificare la prevenzione e la lotta contro l’antisemitismo (i.e. conoscenza della vita degli ebrei nel passato e al giorno d’oggi, memoria della Shoah, episodi di antisemitismo, antisemitismo come minaccia per la società); 2) contrastare l’intolleranza e la discriminazione contro i musulmani.

Attività finanziabili:

  • apprendimento reciproco e scambi di buone pratiche;
  • capacity building e formazione;
  • sostegno e empowerment delle comunità e delle vittime;
  • dialogo interculturale e interreligioso;
  • iniziative di sensibilizzazione e diffusione;
  • sviluppo di strumenti, pratiche e interventi concreti;
  • attività e strumenti di educazione inclusiva e sensibilizzazione, in particolare orientati ai giovani, ad organismi incaricati dell’applicazione della legge e altre autorità statali, nonché a moltiplicatori come media, educatori e formatori – online e offline;
  • campagne, studi e attività di formazione.

 

Priorità 2 – Monitorare, prevenire e contrastare l’incitamento all’odio online, attraverso:

  • misure e iniziative realizzate da attori chiave (ad es. autorità pubbliche, società civile e società private) che collaborano per contrastare l’incitamento all’odio su piattaforme di social media/società del web;
  • iniziative di educazione e sensibilizzazione, in particolare per i giovani, riguardanti l’incitamento all’odio e la promozione di narrazioni di tolleranza online;
  • studi che indagano e mappano i fattori scatenanti l’incitamento all’odio e le strategie dei gruppi estremisti che alimentano l’odio, così come le connessioni tra odio online e crimini dettati dall’odio perpetrati nella vita quotidiana.

Attività finanziabili:

  • attività di sensibilizzazione, azioni e campagne multi-stakeholder;
  • promozione di abilità digitali, del pensiero critico e dell’istruzione;
  • raccolta dati, analisi delle tendenze, dei fattori scatenanti e del contesto dell’odio online.

 

Priorità 3 (rivolta solo alle autorità pubbliche) – Migliorare la capacità delle autorità nazionali di rispondere al razzismo, alla xenofobia, all’omofobia e ad altre forme di intolleranza, attraverso:

  • iniziative volte allo sviluppo delle capacità delle autorità nazionali di garantire una migliore applicazione sul campo della normativa riguardante i reati dettati dall’odio e l’incitamento all’odio;
  • misure volte a istituire e/o migliorare i sistemi e servizi di assistenza alle vittime per le vittime dei crimini dettati dall’odio e dei discorsi di incitamento all’odio, affrontando il problema della scarsità di denunce e creando fiducia tra comunità e autorità pubbliche;
  • misure volte a istituire e/o migliorare le pratiche di raccolta dati e registrazione dei crimini dettati dall’odio e dell’incitamento all’odio a livello nazionale;
  • iniziative volte a favorire la cooperazione e le partnership tra autorità pubbliche, società civile e organizzazioni basate sulla comunità per migliorare le risposte al razzismo, alla xenofobia, all’omofobia e ad altre forme di intolleranza a livello nazionale.

Attività finanziabili

  • sviluppo di strumenti, pratiche e interventi concreti a livello nazionale;
  • capacity building e attività di formazione per autorità nazionali;
  • definizione e implementazione di quadri, strategie o piani d’azione nazionali;
  • apprendimento reciproco e scambio di buone pratiche tra Stati membri.

 

DESTINATARI

  • Migranti e rifugiati, indigenti, appartenenti alla comunità Rom e ad altre minoranze etniche e religiose (in particolare ebraiche e mussulmane), persone disabili, LGBTI;
  • Giovani, insegnanti, peer mentor, counsellor scolastici, allenatori sportivi, animatori, organizzatori di attività extra-curriculari, volontari, professionisti del settore sanitario e assistenziale, educativo, giudiziario, operatori delle forze dell’ordine e della giustizia;
  • Utenti di internet e social media, società civile, aziende TIC, piattaforme social.

BENEFICIARI

  • Enti pubblici
  • Università
  • Centri di ricerca
  • Scuole
  • Enti di formazione
  • Organizzazioni non profit
  • ONG
  • Organizzazioni internazionali

 

SPECIFICA BENEFICIARI

  • Priorità 1 e 2: enti pubblici e organizzazioni private stabiliti in uno dei Paesi ammissibili (indicati a fondo scheda), organizzazioni internazionali. Organizzazioni a scopo di lucro possono presentare progetti solo in partnership con enti pubblici o organizzazioni private non-profit.
  • Priorità 3: proponenti di progetto possono essere solo autorità pubbliche. Enti pubblici e organizzazioni private possono essere partner di progetto. Proponente e partner devono essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili.

 

SCADENZA 24/04/2019

PER INFO SUL BANDO: https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/opportunities/topic-details/rec-rrac-raci-ag-2019;freeTextSearchKeyword=;typeCodes=1;statusCodes=31094501,31094502;programCode=REC;programDivisionCode=null;focusAreaCode=null;crossCuttingPriorityCode=null;callCode=Default;sortQuery=openingDate;orderBy=asc;onlyTenders=false
PER INFO SUL PROGRAMMA: https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/programmes/rec