Fondo per l’innovazione sociale

Fondo per l’innovazione sociale

Overview

Sulla Gazzetta ufficiale del 7 febbraio 2019 è stato pubblicato il Dpcm del 21 dicembre 2018 che stabilisce le modalità di funzionamento del Fondo per l’innovazione sociale istituito dalla legge di Bilancio 2018.
Obiettivi:

  • Favorire e potenziare l’innovazione sociale secondo gli standard europei attraverso la realizzazione di studi di fattibilità e lo sviluppo di capacità delle pubbliche amministrazioni sulla base dei risultati conseguibili;
  • Rafforzare le capacità delle  pubbliche  amministrazioni per la realizzazione di interventi di  innovazione  sociale  volti  a generare nuove soluzioni, modelli e approcci per la soddisfazione  di bisogni sociali,  con  il  coinvolgimento  di  soggetti  del  settore privato.

Beneficiari:

  • Città metropolitane ed i Comuni capoluoghi di provincia;
  • Partenariato con Regioni, altri Comuni, Università ed enti di ricerca nonché con soggetti del settore privato.

Aree di intervento:

  • a) inclusione sociale;
  • b) animazione culturale;
  • c) lotta alla dispersione scolastica.

Modalità di accesso al Fondo per l’innovazione sociale
Un avviso del Dipartimento della funzione pubblica, emanato entro sessanta giorni dalla data di pubblicazione del Dpcm, darà il via alla selezione delle proposte di progetti sperimentali da finanziare all’interno del Programma.
Le domande di ammissione al finanziamento, da presentare tramite posta elettronica certificata, saranno registrate e valutate in base all’ordine cronologico di presentazione, secondo la procedura a sportello. Le risorse finanziarie saranno assegnate ai soli progetti ritenuti ammissibili e valutati positivamente, fino ad esaurimento dei fondi disponibili per ciascuna annualità.

Interventi finanziabili 

  • Intervento I – studio di fattibilità e pianificazione esecutiva. Lo studio di fattibilità deve  contenere un’analisi accurata del bisogno sociale su cui  si  intende intervenire;
  • Intervento  II  –  sperimentazione. Il   Fondo   finanzia   una sperimentazione  che  applichi  quanto  previsto  dallo   studio   di fattibilità in partenariato con  i  soggetti  privati  e/o  pubblici individuati nel medesimo studio;
  • Intervento  III  –  sistematizzazione. Il  Fondo   finanzia   in consolidamento della sperimentazione  attraverso  la  costruzione  di strumenti  di  finanza  d’impatto  che  consentano  di  replicare  in contesti diversi e/o più ampi, gli interventi per i quali  è  stata condotta  la   sperimentazione   al   fine   dell’implementazione   e dell’incorporazione degli stessi nelle politiche pubbliche locali.

Per maggiori informazioni, consulta la Gazzetta Ufficiale:

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-02-07&atto.codiceRedazionale=19A00753&elenco30giorni=false&fbclid=IwAR3J5ZNfZNHNIv5uTjwjaakTiAVz8eiQORqCST8aUAkmXd5-AIAnM9UXOBI

 

Categorie: Info dal Web