Azione chiave 1: Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento

Azione chiave 1: Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento

Overview

Le opportunità di mobilità ai fini dell’apprendimento intendono incoraggiare la mobilità di studenti, personale, tirocinanti, apprendisti, volontari, educatori e giovani.
Spetta alle organizzazioni organizzare le opportunità per i singoli individui. Fra i vantaggi per le organizzazioni partecipanti figurano una maggiore capacità di operare a livello internazionale, migliori competenze di gestione, accesso a più opportunità di finanziamento e progetti, migliore capacità di preparare, gestire e seguire progetti, un portafoglio più interessante di opportunità per gli studenti e il personale delle organizzazioni partecipanti, la possibilità di sviluppare progetti innovativi con partner di tutto il mondo.

Studenti e personale dell’istruzione superiore
Il programma Erasmus+ offre agli istituti di istruzione superiore la possibilità di inviare studenti e personale all’estero (in altri paesi partecipanti al programma o paesi partner) per studiare, insegnare o dare corsi di formazione presso gli istituti partecipanti o per partecipare a un tirocinio.
Possono inoltre accogliere studenti e personale provenienti dall’estero. I tirocini tra i paesi partecipanti al programma ed i paesi partner possono essere resi disponibili nel quadro di nuovi accordi di mobilità a partire dall’estate del 2018.
Principale fonte di informazioni per queste opportunità è la guida del programma Erasmus+; informazioni dettagliate sui criteri di ammissione e di aggiudicazione e le norme che disciplinano i finanziamenti figurano nella parte B.
Le organizzazioni interessate a progetti di mobilità fra i paesi partecipanti al programma e i paesi partner possono consultare il manuale sulla mobilità internazionale dei crediti e le domande frequenti sulla mobilità internazionale dei crediti.
Le agenzie nazionali o, per i paesi partner, gli uffici nazionali (dove esistono) possono fornire ulteriori informazioni, oppure è possibile contattare la Commissione europea.

Mobilità degli studenti e del personale delle organizzazioni
Il programma Erasmus+ consente alle organizzazioni di inviare all’estero gli studenti dell’istruzione e formazione professionale (IFP) per seguire una formazione e i membri del personale per frequentare o dare corsi di formazione.
Come funziona
Le organizzazioni che desiderano avvalersi di queste opportunità possono candidarsi come singola organizzazione di istruzione professionale oppure nell’ambito di un “consorzio nazionale per la mobilità”, un gruppo di organizzazioni del settore gestite da un’unica organizzazione preposta al coordinamento.
Le organizzazioni si suddividono in quattro categorie:

  • organizzazione richiedente – presenta la candidatura, gestisce il progetto e funge anche da organizzazione di provenienza
  • organizzazione di provenienza – seleziona gli studenti/il personale da mandare all’estero e gestisce i pagamenti delle sovvenzioni
  • organizzazione di destinazione – accoglie gli studenti/il personale provenienti dall’estero e offre un programma di studio/tirocinio
  • organizzazione intermediaria – in quanto partner di un consorzio per la mobilità, può aiutare a sostenere e agevolare l’attività del consorzio.

Possono partecipare le organizzazioni pubbliche o private con sede in un paese partecipante al programma, candidandosi singolarmente oppure nell’ambito di un consorzio nazionale per la mobilità.
Le organizzazioni che si candidano in quanto consorzio devono tutte avere sede nello stesso paese partecipante al programma e devono essere identificate in fase di candidatura. I consorzi devono essere costituiti da almeno tre organizzazioni.

Personale scolastico
Il programma Erasmus+ offre la possibilità di mandare presso altri istituti o accogliere personale scolastico per scopi didattici o di sviluppo professionale. Le organizzazioni che desiderano partecipare possono candidarsi sia come singole organizzazioni, oppure nell’ambito di un “consorzio nazionale per la mobilità”, vale a dire un gruppo di istituti gestiti da un’unica organizzazione incaricata del coordinamento.
Le organizzazioni si suddividono in tre categorie principali:

  •  organizzazione richiedente – che presenta la candidatura ed è responsabile della gestione del progetto. Può trattarsi di una singola scuola (nel qual caso è anche l’organizzazione di provenienza) o del coordinatore di un consorzio che presenta la domanda a nome di un gruppo di scuole
  •  organizzazione di provenienza – una scuola che seleziona il personale da inviare all’estero e gestisce i pagamenti che rientrano nella sovvenzione
  •  organizzazione di destinazione – responsabile di accogliere il personale proveniente dall’estero.

La mobilità del personale scolastico va inquadrata nel piano di sviluppo europeo per l’organizzazione di provenienza e rispondere a chiare esigenze di sviluppo professionale. Il richiedente deve assicurare le adeguate misure di selezione, preparazione e follow-up e garantire che le conoscenze acquisite dal personale siano adeguatamente riconosciute, condivise e ampiamente utilizzate all’interno dell’organizzazione.

Per maggiori dettagli: http://www.erasmusplus.it/erasmusplus/erasmus/