Corte dei conti europea

Corte dei conti europea

Overview

In quanto revisore esterno indipendente dell’UE, la Corte dei conti europea tutela gli interessi dei contribuenti dell’UE. Non è dotata di poteri legali, ma opera per migliorare la gestione da parte della Commissione europea del bilancio dell’UE e riferisce sullo stato delle finanze dell’Unione.

Cosa fa la Corte dei conti europea?

  • Effettua una revisione contabile delle entrate e delle uscite dell’UEper controllare che i fondi UE siano raccolti e spesi correttamente, usati in modo ottimale e debitamente contabilizzati
  • controlla ogni persona od organizzazione che gestisce fondi dell’UE, effettuando anche controlli in loco presso le istituzioni dell’Unione (soprattutto la Commissione), gli Stati membri e i paesi che beneficiano degli aiuti dell’UE
  • descrive risultati e raccomandazioni nelle relazioni di auditdestinate alla Commissione europea e ai governi nazionali
  • segnala i casi sospetti di frode, corruzione o altra attività illegaleall’Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF)
  • redige una relazione annualeper il Parlamento europeo e il Consiglio dell’UE che il Parlamento esamina prima di decidere se approvare la gestione del bilancio dell’UE da parte della Commissione
  • fornisce il suo parerein qualità di esperto ai responsabili politici dell’UE su come le finanze dell’Unione possano essere gestite meglio e in modo più trasparente per i cittadini.

Pubblica, inoltre, pareri sui lavori preparatori che avranno un impatto sulla gestione finanziaria dell’UE, nonché i documenti di sintesi, i riesami e le pubblicazioni ad hoc su questioni riguardanti le finanze pubbliche dell’UE.

Per essere efficace, la Corte deve essere indipendente dalle istituzioni e dagli organi che controlla. A tal fine, è libera di decidere su:

  • cosasottoporre a verifica
  • le modalitàcon cui effettuarla
  • la forma e i tempicon cui presentarne i risultati.

Il lavoro di audit della Corte si concentra principalmente sulla Commissione europea – il principale organo responsabile dell’esecuzione del bilancio UE. La Corte collabora inoltre strettamente con le autorità nazionali, assieme alle quali la Commissione gestisce la maggior parte dei fondi UE (circa l’80%).

Composizione

membri della Corte sono nominati dal Consiglio, previa consultazione del Parlamento per periodi di sei anni rinnovabili, e scelgono uno di loro come presidente per un periodo di tre anni (anch’esso rinnovabile).

Come funziona la Corte?

la Corta effettua tre tipi di controlli:

  • audit finanziari, in cui verifica che i conti presentino accuratamente la posizione finanziaria, i risultati e il flusso di cassa dell’anno
  • audit di conformità, in cui verifica che le transazioni finanziarie rispettino le norme
  • controlli di gestione, in cui verifica che i fondi UE conseguano gli obiettivi con la minore spesa possibile e nel modo più economico.

La Corte è divisa in gruppi di audit detti “sezioni“, che preparano relazioni e pareri che saranno poi adottati dai membri della Corte che li rendono in tal modo ufficiali.

 

Fonte: https://europa.eu/european-union/about-eu/institutions-bodies/european-court-auditors_it