Parlamento europeo

Parlamento europeo

Overview

Il Parlamento europeo è un’importante sede del dibattito politico e del processo decisionale a livello di UE. I suoi deputati sono scelti direttamente dagli elettori di tutti gli Stati membri per rappresentare gli interessi dei cittadini nel processo legislativo europeo e per garantire il funzionamento democratico delle altre istituzioni dell’UE.
Il trattato di Lisbona, entrato in vigore verso la fine del 2009, ha conferito nuovi poteri legislativi al Parlamento europeo e lo ha posto alla pari con il Consiglio dei ministri nel decidere i compiti dell’UE e in che modo spendere i soldi. Esso ha anche cambiato il modo in cui il Parlamento lavora con le altre istituzioni e ha dato ai deputati al PE maggiore influenza. Tutte queste riforme hanno fatto sì che, esprimendo il loro voto alle elezioni europee, i cittadini avessero più voce in capitolo sulla direzione da imprimere all’UE.

I poteri del Parlamento:

  • Potere legislativi: Il Parlamento, insieme ai rappresentanti dei governi dell’UE riuniti nel Consiglio, è responsabile dell’adozione della legislazione dell’UE. Nel quadro della procedura legislativa ordinaria, entrambe le istituzioni agiscono su un piano di parità in veste di colegislatori.
  • Potere di bilancio: Il Parlamento e il Consiglio devono accordarsi sul bilancio annuale dell’UE.
  • Potere di controllo: I deputati vigilano sull’attività delle istituzioni dell’UE, in particolare della Commissione europea, l’organo esecutivo dell’UE.

Il Presidente del Parlamento europeo è eletto per un periodo rinnovabile di due anni e mezzo, pari a metà legislatura. Il Presidente:

  • rappresenta il Parlamento europeo all’esterno e nelle sue relazioni con le altre istituzioni dell’Unione
  • sovrintende ai lavori del Parlamento europeo e dei suoi organi costitutivi, come pure alle discussioni in Aula,
  • garantisce il rispetto del regolamento del Parlamento,
  • in apertura di ogni riunione del Consiglio europeo, il Presidente esprime il punto di vista del Parlamento europeo e le sue preoccupazioni in merito ai punti iscritti all’ordine del giorno e ad altre tematiche,
  • con la sua firma rende esecutivo il bilancio dell’Unione europea dopo che quest’ultimo è stato approvato dal Parlamento,
  • firma inoltre, insieme al Presidente del Consiglio, tutti gli atti legislativi adottati nell’ambito della procedura legislativa ordinaria

Il Parlamento europeo è composto da 751 deputati eletti nei 28 Stati membri dell’Unione europea allargata. Dal 1979 i deputati sono eletti a suffragio universale diretto per un mandato quinquennale.
I deputati al Parlamento europeo si riuniscono in gruppi politici e sono organizzati non già per nazionalità bensì per affinità politiche. Vi sono attualmente 7 gruppi politici al Parlamento europeo.
Un gruppo politico è composto da un numero minimo di 25 deputati e rappresenta almeno un quarto degli Stati membri. Un deputato non può aderire a più gruppi politici. I deputati che non aderiscono a nessun gruppo politico sono noti come deputati non iscritti.
Per preparare il lavoro del Parlamento europeo in Aula, i deputati si suddividono in commissioni permanenti, ciascuna delle quali specializzata in determinati settori. Vi sono attualmente 20 commissioni parlamentari, composte da un minimo di 25 a un massimo di 73 deputati. Ciascuna di esse ha un presidente, un ufficio di presidenza e una segreteria. La composizione politica delle commissioni parlamentari rispecchia quella dell’Aula.
Le delegazioni del Parlamento europeo intrattengono relazioni e scambiano informazioni con i parlamenti dei paesi terzi. Grazie alle sue delegazioni, il Parlamento europeo contribuisce a rappresentare l’Unione europea all’esterno e a promuovere nei paesi terzi i valori su cui essa è fondata, ovvero i principi di libertà, di democrazia, del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali e dello Stato di diritto.

Fonte: http://www.europarl.europa.eu/about-parliament/it