Café Scientifique 2019 Ciclo di incontri su Storia e Natura

Café Scientifique 2019 Ciclo di incontri su Storia e Natura

Overview

Café Scientifique 2019
Ciclo di incontri su Storia e Natura
Città di Atri (TE)

Il 9 maggio 2019 parte la III edizione del Café Scientifique ad Atri, un ciclo di incontri che si protrarrà fino a fine giugno e che vedrà l’alternarsi di relatori su tematiche inerenti la storia, l’archeologia, l’agronomia e la natura, nella splendida cornice del centro storico di Atri, presso il Bar Renè in via Andrea de Litio e nel rinnovato centro visite dell’Oasi WWF Calanchi di Atri.

Città di Atri (Te)
4 Maggio 2019

Il 9 maggio 2019 parte la terza edizione del Cafè Scientifique ad Atri, un ciclo di incontri che si protrarrà fino
a fine giugno e che vedrà l’alternarsi di relatori su tematiche inerenti la storia, l’archeologia, l’agronomia e la natura, nella splendida cornice del centro storico di Atri, presso il Bar Renè in via Andrea de Litio e nel
rinnovato centro visite dell’Oasi WWF Calanchi di Atri.
Il Café Scientifique è un movimento scientifico popolare nato a Leeds nel 1998 che si è diffuso in molte città del mondo, approdando qualche anno fa in Italia con le iniziative del WWF Young Bologna e ad Atri con la  stessa denominazione e il comune intento di riunirsi in luoghi ricreativi per ascoltare scienziati, scrittori,
personaggi di cultura che danno vita ad interessantissimi forum dove discutere apertamente con tutta la
cittadinanza.
Il taglio degli incontri sarà di carattere scientifico-divulgativo e si svilupperà su tematiche strettamente
territoriali, con focus specifici su tradizioni contadine, biovarietà, brigantaggio, fauna abruzzese,
paleontologia, massoneria e numismatica. Il primo appuntamento si terrà il 9 maggio 2019 quando si
parlerà della “La coltivazione dei legumi in Abruzzo” con Francesco Galiffa, ricercatore teramano in ambito storico e antropologico; il giovedì successivo sarà invece Camillo Chiarieri, noto storico vestino a parlarci di brigantaggio nella serata sui “Briganti, eroi dimenticati”. Entrambi gli appuntamenti si terranno alle ore 18, nel salottino del bar Renè, in via de Litio lungo il corso principale cittadino e saranno accompagnati, come tutti gli altri, da una degustazione con vini e prodotti tipici e a filiera corta del territorio atriano. Per il terzo appuntamento, vista la tematica strettamente naturalistica, ci si sposterà nei rinnovati locali del centro visitatori dell’Oasi WWF Calanchi di Atri, dove Massimo Pellegrini, tra i più grandi esperti di fauna selvatica abruzzese, ci racconterà “Guida pratica per osservare animali in Abruzzo” sua ultima fatica editoriale edita dalla Menabò. Il quarto appuntamento sarà nuovamente ad Atri, nel bar Renè, dove Angelo Panzone, cultore di storia e tradizioni abruzzesi, presenterà per l’occasione il libro scritto da suo padre Lido, sulle antiche usanze, i modi di dire, il dialetto e tante altre curiosità dell’area interna vestina, per l’occasione sarà
presente anche la casa editrice Ricerche & Redazioni. Per il quinto appuntamento che si terrà il 6 giugno si tornerà nuovamente in Oasi, dove con l’esperto geologo Nicola Cosanni, curatore peraltro dell’esposizione di fossili del plio-pleistocenici nella Riserva dei Calanchi, ci si tufferà tra i fondali dei mari del passato, un salto di oltre due milioni di anni alla scoperta dell’enorme biodiversità faunistica che caratterizzava gli antichi fondali e che oggi troviamo conservata all’interno delle argille calanchive.
Per gli ultimi due appuntamenti del 13 e del 20 giugno ci si sposterà di nuovo ad Atri. Nel primo
appuntamento Elso Simone Serpentini e Loris Di Giovanni ci illustreranno i passaggi salienti della
massoneria abruzzese, raccontati sapientemente nel libro scritto a quattro mani e pubblicato da Nova
Artemia Editrice: “Storia della massoneria in Abruzzo”. Nell’ultimo appuntamento, su grande richiesta di appassionati e storici, si tornerà a parlare di numismatica e di monetazione atriana, una storia millenaria raccontata dalle prof.sse Oliva Menozzi e Maria Cristina Mancini docenti di Archeologia e Numismatica presso la Facoltà di Lettere dell’Università d’Annunzio Chieti – Pescara.
Dichiara il direttore della Riserva Naturale atriana, Adriano De Ascentiis “sette appuntamenti a cui non
potete assolutamente mancare, dove si potranno ascoltare storie straordinarie del nostro Abruzzo
accompagnati da prodotti di altissima qualità. Con il Cafè Scientifique vogliamo trasmettere all’esterno quelli che dovrebbero essere i valori fondanti del nostro vivere quotidiano e del nostro raccontarci agli altri, passione, ricerca, cordialità e qualità del territorio che si esprimono anche attraverso il cibo, un modo per imparare e far parlare del nostro Abruzzo in giro per il mondo.
In allegato il programma dettagliato.

Giovedì 9 MAGGIO ore 18.00
La coltivazione e l’uso dei legumi in Abruzzo
A cura di Francesco Galiffa
Bar Renè – via Andrea De Litio

Giovedì 16 MAGGIO ore 18.00
Briganti, eroi dimenticati
A cura di Camillo Chiarieri
Bar Renè – via Andrea De Litio

Giovedì 23 MAGGIO ore 18.00
Guida pratica per osservare animali in Abruzzo
A cura di Massimo Pellegrini
Centro visite Oasi WWF Calanchi di Atri

Giovedì 30 MAGGIO ore 18.00
Lu quadernùcce de lu Màstre di Lido Panzone
A cura di Angelo Panzone
Bar Renè – via Andrea De Litio

Giovedì 6 GIUGNO ore 18.00
I fossili delle argille atriane
A cura di Nicola Cosanni
Centro visite Oasi WWF Calanchi di Atri

Giovedì 13 GIUGNO ore 18.00
Storia della Massoneria in Abruzzo
A cura di Elso Simone Serpentini e Loris Di Giovanni
Bar Renè – via Andrea De Litio

Giovedì 20 GIUGNO ore 18.00
Le monete di Atri nel tempo e nella storia
A cura di Oliva Menozzi, Maria Cristina Mancini
Bar Renè – via Andrea De Litio

Info e contatti:
Oasi WWF “Calanchi di Atri”
Tel. 085.8780088 – 331.5799191
info@riservacalanchidiatri.it
www.riservacalanchidiatri.it

Categorie: Eventi